«Ho paura del buio.»

ho paura del buio,frasi alessandro d'avenia,cose che nessuno sa,mostri,lampadina,affetto

«Il buio non c’è, Andrea.»
«Invece si.»
«Il buio è la luce spenta.»
«Nel buio ci sono i mostri. Alla luce non si vedono.»
«Tu li hai mai visti?»
«Si.»
«E com’erano?»
«Brutti.»
«Perché, cosa facevano?»
«Paura.»
«Come?»
«Con il buio: come fanno i mostri. Ti fanno paura perché si nascondono, ma ci sono.»
«Dove si nascondono?»
«Negli angoli, nei buchi, ed escono col buio. Di giorno ti seguono da dietro, non hanno il coraggio di venirti davanti perché la luce li soffia dietro di te. Però copiano tutto quello che fai.»
«Perché?»
«Sono invidiosi.»
«E fanno male?»
«Si.»
«Come?»
«Con il buio.»
«Ah…»
«Ma anche loro hanno una paura.»
«Quale?»
«Sono sempre soli e ti attaccano quando sei solo anche tu»
«E se siamo in due?»
«Non attaccano.»
«Perché?»
«Perché in due c’è luce.»
«Ma se è tutto buio.»
«No, c’è una luce che solo i mostri vedono.»
«Che luce?»
«La luce che si accende quando due persone sono vicine e si abbracciano, come nella lampadina.»
«Che c’entra?»
«Dentro la lampadina ci sono le braccia e in mezzo passa una luce nascosta, si vede solo nei disegni. Quando due si vogliono bene, nessun mostro può fare niente.»
«Ci sono mostri in questa casa?»
«Adesso si, perché la luce di mamma e papà li teneva tutti lontani. Ora la luce si è fulminata. Ora stanno uscendo tutti dagli angoli e dai buchi. E hanno fame.»
«E cosa mangiano?»
«Il sonno. Ti tengono sveglio e tutto il sonno che tu vuoi dormire lo risucchiano. Con questo crescono, diventano sempre più grandi. Poi non entrano più nei buchi e vanno dappertutto. Dobbiamo farli moririre di fame.»
«E come?»
«Tenendo accesa la nostra lampadina.»

[Cose che nessuno sa, Alessandro D’Avenia]

«Ho paura del buio.»ultima modifica: 2013-01-21T16:41:00+00:00da pepespepes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento