Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante,

ma è motlo importante che tu la faccia, perchè nessun altro la farà. Come quando qualcuno entra nella tua vita e una parte di te dice “non sei assolutamente pronto”… mentre l’altra metà dice “falla tua per sempre”. Michael.. Caroline mi ha chiesto se saprei cosa dirti, se tu sapessi sentirmi. Lo so benissimo… ti voglio bene, mi manchi tanto, … Continua a leggere

E ora desidero parlare con te, che ti accusi di timidezza, che avvampi, tremi, sudi, e ti batte il cuore.

E vivi questa condizione come una vergogna, una gabbia davanti alla quale si fermano tutti gli altri a indicarti e a deriderti. Voglio parlare con te perché non lo fa nessuno in quest’Italia che premia i prepotenti. Neanche tuo padre e tua madre ti comprendono poiché temono che sarai perdente, e anche tu credi di esserlo e finisci col vergognarti … Continua a leggere

Ci sono due modi per guardare il volto di una persona.

Uno è guardare gli occhi come parte del volto. L’altro è guardare gli occhi e basta, come se fossero il volto. È una di quelle cose che mettono paura quando le fai. Perché gli occhi sono la vita in miniatura. Bianchi intorno, come il nulla in cui galleggia la vita, l’iride colorata, come la varietà imprevedibile che la caratterizza, sino … Continua a leggere

La vita è fatta di piccole felicità insignificanti,

simili a minuscoli fiori. Non è fatta solo di grandi cose, come lo studio, l’amore, i matrimoni, i funerali. Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono granelli di una felicità appena percepibile, che l’anima respira e grazie alla quale vive. [Banana Yoshimoto, Un viaggio chiamato … Continua a leggere

E in quel momento apparve la volpe.

“Buongiorno”, disse la volpe. “Buon giorno”, rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno. “Sono qui”, disse la voce, “sotto al melo…” “Chi sei?” domandò il piccolo principe, “sei molto carino…” “Sono la volpe”, disse la volpe.“Vieni a giocare con me”, disse la volpe, “non sono addomesticata”. “Ah! scusa”, fece il piccolo principe.Ma dopo un momento di riflessione … Continua a leggere

C’era una volta un uomo saggio

che era solito andare di fronte all’oceano per dedicarsi alla scrittura. Un giorno, mentre passeggiava sulla spiaggia, vide in lontananza qualcuno che si muoveva come se stesse ballando. Non riuscì a trattenere un sorriso pensando a qualcuno che danzava e si affrettò per raggiungere il ballerino.Avvicinandosi si accorse che si trattava di un giovane e che quello che sembrava una … Continua a leggere